PREMIO NAZIONALE “DONATO CARBONE” VITTIMA DI MAFIA

Premio Nazionale “Donato Carbone”Ideato nel 2002 dall’associazione Saremo Il Nuovo Giorno (S.I.N.G.) – Oratorio “volante” Don Bosco (www.oratoriosing.it) in memoria di un giovane oritano ucciso durante una rapina, è assegnato a personaggi e organizzazioni operanti nell’educazione, l’animazione, e la salvezza fisica e morale dei bambini, ragazzi e giovani. Il premio, sin dal 2010, ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana ed è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Presidenza della Regione Puglia, dalla Presidenza della Provincia di Brindisi, dal Comune di Oria e dal Movimento per l’Infanzia.

PREMIO Donato Carbone

Il premio, opera del maestro CARMELO CONTE

ALBO D’ORO

2002

Telefono Arcobalento, per la lotto alla Pedopornografia   – Avola

2003

Don-Silvio-Mantelli-mago-Sales
Mago Sales (Don Silvio Mantelli) – Torino

2004

Prof. Dott. Izzi (Ospedale Oncologico Pediatrico) – Parma
Ass.ne “Noi per loro” (associazione genitori dei bambini del Pediatrico Oncologico) – Parma

2005 – FESTA PER I XV ANNI DELL’ORATORIO

benzi
Don Oreste Benzi (Ass.ne Giovanni XXIII) – Rimini

maritano2
S. Ecc.za Mons. Livio Maritano (Ass.ne Chiara Luce Badano) – Torino

Bocci-1

Don Valerio Bocci (MondoErre) – Torino

image
Don Fortunato Di Noto (Ass.ne Meter) – Avola

2006

mazzi
Don Antonio Mazzi (Ass.ne Exodus) – Milano

tour09a
Don Giosy Cento (cantautore cristiano) – Roma

Mudù (compagnia di Comici di Telenorba) – Bari

2007

maria-falcone-483x330
Prof.ssa Maria Falcone (Fondazione Falcone) – Palermo

12/04/2007 Roma, ' Ad alta voce ' convegno sulle infiltrazioni mafiose nel settore economico. Nella foto il sacerdote anti camorra don Luigi Merola

Don Luigi Merola (Parroco di Forcella) – Napoli

2008

20140412-don-giovanni-dercole-660x440
Don Giovanni D’Ercole (giornalista Rai Tv) – Roma

2009

Taglio del nastro

Magdi Cristiano Allam (giornalista, scrittore, già vicedirettore del Corriere della sera) – Viterbo

4
Avv. Andrea Coffari (presidente nazionale del Movimento per l’Infanzia) – Firenze

2010 – FESTA PER I XX ANNI DELL’ORATORIO

Paolo Brosio

Paolo Brosio (giornalista) – Forte dei Marmi

4
Nicola Legrottaglie (giocatore Juventus F.C.) – Torino

42360
Trio Medusa (giornalisti) – Milano

2011

antonio-guidi-1
On.le Antonio Guidi (già Ministro della Repubblica Italiana) – Roma

mfront_mingo
Mingo (giornalista, inviato di Striscia la Notizia) – Bari

2012

(KIKA) - MILANO - Roberto Vecchioni  stato il testimonial d'eccezione della manifestazione dell'Oipa, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, contro l'abbandono degli amici a quattro zampe, che si  tenuta davanti al Castello Sforzesco di Milano. LÕOipa Italia  una onlus che ogni anno anima Piazza Castello con sdraio, ombrelloni, asciugamani e tanti cani per sensibilizzare le persone sul fenomeno dellÕabbandono che, come ogni anno, si intensifica a inizio estate.

Roberto vecchioni (cantautore) – Milano

2013

1

Franco Simone (cantautore) – Siena

Antonio Stornaiolo

Antonio Stornaiolo (attore, presentatore) – Bari

manuel
Manuel (comico) – Bari

2014

2

Rosario Carello (conduttore rai 1) – Roma

3

Uccio Desantis (comico) – Bari

2015 – FESTA PER I XXVI ANNI DELL’ORATORIO, APERTURA GIUBILEO DELL’ORATORIO

1
Salvatore Borsellino alla memoria del fratello Paolo – Palermo

2

Alessandro Meluzzi (psichiatra) – Torino

Nina-Palmieri
Giovanna Nina Palmieri (giornalista/inviata delle iene) – Milano

2016 – FESTA PER I XXVI ANNI DELL’ORATORIO, CHIUSURA GIUBILEO DELL’ORATORIO

 

sud-sound-system-man-in-pasta-lady-mafia

Sud Sound System (musicisti) – Lecce

Max_Laudadioalta4_2

Max Laudadio (giornalista/inviato di Striscia la Notizia) – Milano

1415801618739gipo_scheda

Oreste Castagna (Gipo di Rai Yoyo) – Torino

ilaria_cucchi

Ilaria Cucchi (sorella di Stefano) – Roma

________________________________________________________________________________

Dal Sito del cantante: A Vecchioni il premio DONATO CARBONE.

Roberto Vecchioni ha vinto il premio Donato Carbone 2012. Il riconoscimento viene assegnato in ambito nazionale da 20 anni ad Oria (Brindisi) da parte del locale Consiglio Pastorale Oratoriano, una struttura cattolica a cui fanno riferimento circa 400 giovani. Intitolato alla memoria di un ragazzo locale, assassinato durante una rapina, il premio viene conferito ad associazioni, cittadini o organizzazioni che operino significativamente per l’educazione e il sostegno dei giovani. Negli scorsi anni è stato consegnato tra gli altri a Don Antonio Mazzi, a Monsignor Giovanni D’Ercole, ad Antonio Guidi e a Maria Falcone. La cerimonia avrà luogo il 31 gennaio 2012 alle ore 18.30 presso il teatro Gassman di Oria (Brindisi) in occasione della festa di San Giovanni Bosco, patrono dei giovani, e sarà condotta dal giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Vincenzo Sparviero. Vecchioni verrà premiato “per la grande lezione di umanità e l’impegno a favore degli ultimi dimostrati attraverso le tantissime iniziative benefiche cui ha prestato il volto e l’animo durante i molti anni di carriera artistica”.

UN PENTITO LECCESE CONFESSA CHIAMANDO IN CAUSA L’INTERO COMMANDO: svolta sull’omicidio di Donato Carbone!

Sono passati più di dodici anni. E quando la speranza di dare un nome e un volto agli assassini di Donato Carbone sembrava ormai definitivamente persa spunta un pentito – uno di quelli eccellenti – che si autoaccusa dello spietato omicidio chiamando in causa altri affiliati alla Sacra Corona. Donato Carbone, che aveva 25 anni, lavorava per una ditta che si occupa di fiori. Era l’8maggio il giorno in cui fu ucciso. Carbone era insieme al suo datore di lavoro Mimino Sagace e fu ammazzato durante una rapina. I due stavano rientrando ad Oria ma si trovavano ancora nel Leccese quando il commando di criminali assassini li bloccò chiedendo l’in – casso della giornata. A fare luce su questo e altri omicidi è stato Dario Toma, un tempo uomo forte del clan De Tommasi di Campi, ora collaboratore di giustizia. Agli inquirenti ha ricostruito le fasi di quella sanguinosa rapina. Il clan, in quel periodo, andava in cerca di soldi per finanziare le proprie attività. Era in atto una sanguinosa faida fra il gruppo di Toma e quello vicino alle famiglie Pellegrino-Presta. Il primo assalto fu messo a segno sulla Leverano-Porto Cesareo. Una Ford Fiesta nera raggiunse il «Daily» a bordo del quale c’erano Donato Carbone e il suo datore di lavoro Mimino Sagace. Accortosi dei malviventi, Carbone accelerò. Ma fu inutile. Dalla vettura venne esploso un colpo di arma da fuoco che raggiunge il giovane conducente al torace. Il furgone finì fuori strada. I malviventi, incuranti del ferito, aggredirono il commerciante e si fecero consegnare il denaro che aveva con sè: circa due milioni di lire. Donato Carbone morì in ospedale. Sagace riportò ferite gravi. Tre ore dopo, lo stesso commando – sempre secondo il pentito – fu protagonista di nuovo assalto uccidendo un altro lavoratore: Mario Giordano. Quella di Toma è una confessione. E lui di certo risponderà degli omicidi. Ora si tratta di capire se saranno trovati riscontri per i complici indicati. Il ricordo di Donato Carbone è ancora molto vivo ad Oria e non solo tra i suoi famigliari. Un gran bravo ragazzo, la cui esistenza fu stroncata da un banda di spietati criminali mentre era al lavoro. A lui, l’oratorio Sing ha dedicato un premio nazionale che ha registrato presenze importanti come Maria Borsellino, don Antonio Mazzi, Magdi Allam: solo per fare qualche nome. Il padre Benito e la madre, dopo l’omicidio, chiesero l’intervento del Presidente della Repubblica per cercare di far luce sull’omicidio. Da allora, però, ben poco è stato fatto sotto il profilo investigativo. Ora spunta un pentito che che si autoaccusa. La speranza è che venga seguita una pista per cercare di chiudere un cerchio che non riportera certo in vita il povero Donato ma servirà (forse) a credere ancora nella giustizia.

di Vincenzo Sparviero, La Gazzetta del Mezzogiorno, 18.9.2009