In questi anni di attività abbiamo avuto la fortuna di conoscere, e collaborare, con diversi amici sparsi per il mondo. Per questioni di spazio non riusciamo ad inserire tutti gli amici, dal 1990 ad oggi sono davvero tantissimi, simbolicamente riportiamo in questa sezione gli amici fisicamente più distanti.

Don Valerio Bocci, salesiano, direttore sin dall’inizio della rivista per ragazzi MONDOERRE, direttore generale editrice LDC. Giornalista, pedagogo, scrittore di famosi ed importanti libri per la crescita spirituale dei ragazzi. Un’esperienza unica, quella vissuta dai ragazzi, nei giorni in cui è stato nostro ospite. Don Valerio ha predicato la buona novella nelle scuole medie dell’intera città. Amico dei giovani, allegro e disponibile … Don Bosco in mezzo a noi! È tra i benefattori più “illustri” della nostra associazione, ha donato migliaia di libri alla biblioteca ragazzi dell’Oratorio ed alla biblioteca animatori. Ha ricevuto il Premio Nazionale “Donato Carbone” nell’anno 2005.
Don Antonio Mazzi è stato presente alla festa di San Giovanni Bosco nel 2006. Fondatore della Comunità EXODUS, grande amico dei giovani e dei poveri, Don Antonio è stato, nei giorni di permanenza in Oratorio, un vero vulcano di spiritualità. Allegro, felice, instancabile! Per le opere a favore dei tossicodipendenti ha ricevuto il Premio Nazionale “Donato Carbone” direttamente dalle mani della famiglia Carbone, in una sala gremitissima, piena di giovani, di famiglie, di ragazzi, ha testimoniato la sua esperienza e la sua vocazione.
Don Oreste Benzi è stato l’”ospite d’onore” del convegno sulla disabilità, tenuto ad Oria in occasione della festa di Maria Ausiliatrice (per i 15 anni dell’oratorio). Don Benzi è fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, con sedi presenti in Italia ed all’estero. Una testimonianza ricca, quella portata in occasione del convegno, viva, vera. Tantissime le persone che vi hanno preso parte, in particolare tanti i ragazzi diversamente abili presenti assieme alle famiglie. Anche a Don Oreste Benzi è stato assegnato il Premio Nazionale “Donato Carbone”.
Don Fortunato Dinoto ha ricevuto il Premio Nazionale “Donato Carbone” in occasione della Festa di Don Bosco del 2005. Don Dinoto, conosciuto per la continua lotta alla pedopornografia, ha portato la sua testimonianza nelle scuole superiori di Oria. Una vita interamente spesa a favore delle innocenti vittime di abusi, una esperienza maturata in anni di duro lavoro contro gli “orchi”. Fondatore del Telefono Arcobaleno, prima, e dell’Associazione Meter, poi, è vice presidente dell’Associazione Internazione Innocent in danger!
Mons. Livio Maritano e Mariagrazia Magrini, hanno ricevuto il Premio Nazionale “Donato Carbone” in occasione della festa di San Giovanni Bosco del 2005. Testimoni diretti delle virtù di santità della SdD Chiara Luce Badano sono responsabili, sin dalla morte di Chiara avvenuta nel 1990, del processo di canonizzazione della SdD. Nei giorni trascorsi ad Oria hanno portato la testimonianza di vita di Chiara in tutte le scuole superiori del territorio cittadino e nell’Istituto Tecnico di Francavilla Fontana (br). La storia di Chiara è stata oggetto di approfondimento nel Convegno “La santità giovanile sulle orme della SdD Chiara Badano e di S. Domenico Savio” (aperto all’intera cittadinanza) e nell’incontro per soli giovani proposto, sempre in quei giorni, in Oratorio. Un vero tour de force per i nostri ospiti … nel nome della santità vissuta e proposta ai giovani d’oggi!
Pual Kisyaba e GEN ROSSO, la voce nera del Gen Rosso. L’amiciza tra Paul e l’Oratorio risale al lontano 2000, anno in cui un animatore dell’Oratorio ha prestato servizio, con il Gen Rosso, nel tuor STREET LIGHT. La sintonia con Paul deriva anche dalle sue radici congolesi-salesiane! Paul ha soggiornato nella nostra Oria, per un’intensa vacanza marina, durante l’estate del 2001 assieme allo storico tastierista del gruppo, Juan Martin.
Mago Sales (Don Silvio Mantelli sdb), è stato insignito del Premio Nazionale Donato Carbone. Don Silvio si è esibito, con il suo magico spettacolo, durante la festa di Don Bosco e durante la Settimana dei Bambini del Mediterraneo ed. 2005. Durante la festa di Don Bosco ha contagiato, con i suoi racconti e le sue magie, tutte le scuole di Oria, dalle elementari alle medie che, per conto della sua fondazione, hanno adottato un bambino soldato. Grazie Don Silvio per la testimonianza che, quotidianamente, ci dai
Don Giuseppe Corò sdb, il nostro grandissimo amico Don Corò! Il primissimo salesiano a credere in noi! Certamente non basterebbe un intero sito web per esprimere i sentimenti che portiamo per Don Giuseppe. È stato l’ideatore primo della struttura spirituale del SING, il più insigne benefattore, il primo ad avere l’idea della biblioteca, il primo a vederci piangere, il primo a sentirci felici, … è stato un vero papà, don bosco in mezzo a noi! Non sprecava occasione per confessare, in macchina, in strada, in chiesa … ovunque!!! Dopo una vita spesa per i più poveri, e dopo due anni di servizio presso il Bollettino Salesiano, è ritornato a fare cose grandissime in missione, questa volta in Costarica. Ci manchi Don Giuseppe, assai, troppo, molto! Ti pensiamo, preghiamo per te … scusaci se economicamente non riusciamo ad aiutarti, sai le difficoltà che abbiamo! Ti vogliamo bene!!!
Sr Francesca Caggiano fma, quanto detto sopra, per don Corò, vale per questa “pazza … di Dio e di Don Bosco”!!! se don Corò è stato il primo salesiano, lei è stata la primissima salesiana a credere in noi, nel nostro progetto, nella nostra avventura … nella nostra pazzia! Ha fatto pazzie per noi, a lei dobbiamo dire grazie se siamo associazione, se siamo salesiani, se conosciamo Don Bosco … se lo amiamo! Ci incantava sentirla parlare del suo Don Bosco, ci incantava sentirla cantare, ci incantava vederla correre e scherzare, vederla giovane, vederla vera, vederla innamorata dei giovani alla stessa maniere del nostro Padre. Francè sai che mai nessuna parola sarà giusta ed esatta per esprimete il bene che ti vogliamo, e la nostra profonda riconoscenza … un abbraccio!
Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari. L’amicizia che ci lega a Chiara ha come punto di contatto Chiara Luce ed il lavoro che compiamo per la Causa di Beatificazione di Chiara Luce. Chiara Lubich si è fatta presente durante la festa di Don Bosco del 2005, con una sua personalissima lettera indirizzata a tutti i ragazzi del nostro Oratorio.
Raffaele Fitto, già Presidente della Regione Puglia, Ministro della Repubblica Italiana. L’On.le Fitto è stato presente durante la festa di San Giovanni Bosco del 2005. Grande amicizia lega l’on.le Fitto al nostro oratorio, amicizia e stima che si è esplicitata durante il suo personale intervento durante la festa.
Don Pascual Chavèz Villanueva, è l’attuale Rettor Maggiore dei Salesiani. Don Chavez ha ricevuto, per ben due volte, il nostro Oratorio ed i suoi rappresentanti in udienza privata. Fitta la corrispondenza tra l’oratorio ed il Rettor Maggiore, sempre disponibile per consigliare, dirigere … amare … alla maniera di Don Bosco
Don Juan Edmundo Vecchi, è stato Rettor Maggiore dei Salesiani. Don Vecchi ha seguito la nascita legale dell’associazione sin dall’inizio. È sempre stato disponibile con noi tutti. Uno solo è stato l’incontro ufficiale con i vertici associativi, a Lecce durante i festeggiamenti per San Domenico Savio e la prima traslazione del corpo del Santo.
Demetrio Albertini è stato ospite, del nostro Oratorio, durante il campo scuola 2006. Accolto con grandissimo entusiasmo dai ragazzi, appassionati di calcio e non, ha raccontato la sua esperienza di Campione nel calcio e, soprattutto, nella vita! Semplice, allegro, … oratoriano da sempre! Un pomeriggio intenso quello vissuto durante il campo scuola, un’esperienza unica per i nostro ragazzi che, con attenzione viva partecipazione, hanno ascoltato le parole di Demetrio Albertini ed hanno fatto una valanga di domande.
Vincenzo Sparviero giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, collaboratore di Mediaset per Rete4, coautore di alcuni testi delle ultime opere di Albano Carrisi … ma soprattutto GRANDE amico dell’Oratorio. Sin dal sorgere dell’Oratorio ha seguito ogni nostro piccolo passo, ha consigliato, curato! Il dott. Sparviero è, da qualche ormai, il conduttore della Festa di Don Bosco. A lui, per la fiducia, la stima, la passione con la quale ci segue … il nostro infinito grazie, il grazie di noi tutti e di tutti i Ragazzi del SING!